Brusselicious

anno Brusselicious a Bruxelles. Essi descrivono come "un anno o più per (ri) scoprire le delizie gastronomiche della capitale d'Europa. Eventi, demo chef, luoghi bocca non ai prodotti creati per l'occasione. "Brusselicious è stato lanciato dall'Ufficio del Turismo belga per mostrare Bruxelles e in Vallonia, Belgio francofono, come destinazione gastronomica.

La celebrazione comprende proiezioni di film alimentare con il cibo e il vino (che stanno tra cui alcuni dei miei preferiti come pranzo di Babette). ogni stagione, essi stanno selezionando 3 ingredienti tipici per ristoranti e alberghi che partecipano a mostrare caso il menu. L'ingrediente del momento è escargot. C'è un frites a piedi con la parte superiore 10 posti per frites, e altro ancora.

Mi è capitato sul Parco Bruxelles, dove ho incontrato il tocco più simpatico del kitsch, sculture di piatti più famosi di Bruxelles ', tra cui cozze, patate fritte, barrette di cioccolato, e di birra naturalmente. Questi erano alcuni dei miei preferiti con descrizioni tratte dalla visita a Bruxelles BE:

Gambe Cornet: (Deserto Jerome & Sébastien Boucherit) Gambe sono disponibili in ogni forma e dimensione - siano essi maschile o femminile, paffuto o slim, e sensuale o pelosa. Sono qui rappresentati nella loro cono come prodotto di consumo, li cambiando così dal reale al gambe apparenti, in linea con le richieste della moda. Basato su un'idea originale di Dorothée Schoonooghe.

La Moule una cialda: (Deserto Jerome & Sébastien Boucherit) Un lavoro che è molto orgogliosa del suo gioco di parole, combinando due gioielli della gastronomia belga: la cozza e cialda. è surreale e, quindi, molto tipico di Bruxelles. Congiuntamente realizzato da Girolamo e Sebastian Boucherit deserto. Basato su un'idea originale di S. Boucherit.

Questo è Cavolini di Bruxelles: (Deserto Jerome & Sébastien Boucherit) Una cicogna, simboleggia la rinascita, sta portando un enorme Cavolini di Bruxelles nel becco. Una soluzione ottimista per il cosiddetto 'problema di Bruxelles', perché il problema qui sembra essere così insignificanti.

Crogiolo: (Caocao collettiva) Il bicchiere di birra è personalizzato con facce 3D in poliestere. è dotato di stampi viso prelevati da 19 Bruxelles cittadini, uno per ciascuno dei comuni della città. Il codice colore corrisponde colore reale della birra, così queste facce rimangono visibili anche a distanza di 100 metri. Le espressioni facciali di trasporto piacere sono stati lavorato su, con l'obiettivo di creare un senso di piacere condiviso quando si beve una birra.

Digli con il chip (Jean-Marc Collier) Chi avrebbe potuto venire con l'idea di offrire un enorme cono di chip a loro caro? era Jacques Brel che per primo ha messo in discussione l'idea di trasformare un sacchetto di patatine in un mazzo di fiori, nel testo della sua canzone "Les Bonbons". Egli offre dolci ", perché i fiori sono effimeri ...", anche se il vantaggio di chip come fiori è che essi suscitano la risposta "che è delizioso" e hanno un aspetto "migliore".

Gnam Gnam: (Patrick Croes aka Medusa) Un lavoro dedicato a Cristoforo (Columbus, of course), per ringraziare l'esploratore per la sua scoperta di cioccolato e la brillante idea di portarlo in Europa. va da sé che i più noti chef hanno fatto buon uso di questo oro scuro, piena di ingegno e riempito con un pizzico di originalità tipicamente Bruxelles. per i giovani e meno giovani - così come coloro che amano il cioccolato con cuore morbido, mousse o farcito con crema - la piccola scatola di cioccolatini è un favorito universale.

Cornet di pastelli (Bruno Delplanque) Una trasposizione del suo punto di vista delle qualità del Belgio: una profusione di colori e confusione, traboccante su un cono relativamente sobrio e poco appariscente.

impronta: (Isa derecque) 'Impronta' (stampare) è il modo isa di derecque di rappresentare tutte le nostre vite attraverso la plastica e materiale impersonale. Una stampa che consiste di percorsi e barriere viene creato con un collage di strisce di vinile. Questa è una mappa life, che tutti possiamo identificarci con: Queste mappe sono tutti simili, ma ciascuno di essi è anche unico.

Brassica Lampyridae: (Marie-Hélène Elle Bout) Di giorno è solo un germoglio di Bruxelles. Ma quando il crepuscolo scende, si illumina come se fosse vivo. Questa incandescenza dissipa gradualmente nel corso della notte. Dopo l'alba e per tutta la giornata, il rivestimento fosforescente si ricarica dalla luce del giorno, solo a brillare di nuovo al ritorno notte.

Fritishisme(Alexandre-Igor Everard De Hazir) Il chip e il suo cono sono simboli della cultura gastronomica di Bruxelles ', e sono mangiato con molte salse diverse ... questo è un cono o un corsetto? o qualcos'altro? Non importa. Andiamo tutti cedere alla tentazione!

Vasi su Mold: (Alexandre-Igor Everard De Hazir) Un omaggio a Marcel Broothaers, la più famosa padella piena di cozze.

Bruxellus Nombrilus: (Alexandre-Igor Everard De Hazir) La gente di Bruxelles si dice che siano know-it-alls (dikkeneks), ma hanno un cuore d'oro ... Spesso pensare che il mondo giri intorno a loro. Ma questo non impedisce loro di accogliere gli altri con calore e con buon umore, dicendo loro un sacco di frottole ... un po 'come questo. 'Non, forse?', come si dice a Bruxelles.

Miam: (Areti Gontras) Questo artista si distingue per la sua bizzarra visione del mondo intorno a lei. Luoghi comuni diventano improvvisamente strano e poetico. disegna e sarà felice di utilizzare supporti, a condizione che si sente un senso di euforia!

E 'L'Impasse In Beer: (Areti Gontras) C'è un brillante bar situato alla fine del cul-de-sac Saint-Nicolas. I visitatori possono gustare birre belghe, mentre godendo la meravigliosa sensazione di essere 'separata dal mondo reale'. si tratta di un luogo appropriato e stimolante! E non dimentichiamo, una birra piccola può portare a situazioni altamente piacevoli ...

oro Moule: (Valerie Kool-Fontaines) Questo mollusco - la regina del recipiente di cottura, un gioiello nella gastronomia belga - dovrebbe essere dato tutte le lodi che merita. è coperto con foglie di rame, il che rende sia preziosa e magia.

Fr'Hits stampi: (Fabienne Massart) Mettere una collezione di 45 giri a fette sottili su una grande cozza, che è stato cotto appena right.Let cuocere a fuoco lento ... ascoltare con attenzione ... e si può anche sentire cantare!

Lo stampo di Jules Verne: (Kar ः Nizhre) La cozza mitica in due dimensioni: interni ed esterni, con rappresentazioni grafiche distinte che sono costruiti intorno fiction. il suo interno è cielo un giorno luminoso di, con stilizzati nuvole bianche galleggianti in un cielo azzurro che ricorda il cielo di Magritte e affreschi rinascimentali; il suo esterno è scuro, ricordando la misteriosa oscurità del mare profondo abitato da creature del mare si trovano in Ventimila leghe sotto i mari.

Un grande cono con Bruxelles salsa prega: (Oli-B) Siamo tutti familiarità con il cono di chip. Persone provenienti da tutti i ceti sociali mangiano da coni, in modo che potessero essere visti come qualcosa che ci accomuna tutti. Qui il cono è presentato come un collegamento tra le varie culture diverse che compongono Bruxelles oggi. I chip colorati in varie forme rappresentano la nostra società diversificata. Il cono diventa così un supporto cartaceo per illustrare questo aspetto cosmopolita della capitale. si mette in luce il mix di caratteri, colori e forme che vivono fianco a fianco e si offre alle persone una visione degli aspetti positivi di queste miscele.

Orgoglio belgi: (Merab Surviladze) Il germoglio di Bruxelles simbolo della città e questo lavoro mette in luce il mix di architetture trovato in tutta la capitale belga, così come i contrasti tra l'antico e moderno. la sua forma compatta e sferica suggerisce una concentrazione di energia e l'atmosfera della città è illustrata in una visione onirica e quasi surreale.

Tipografia: (Anna Tourvon) avvolgimento tipografica per un alimento simbolico.

Panorama: (Sophie Vink) Metamorfosi di un cono di chip: edifici avvolti in una mappa di Bruxelles.

Pixel: (Sophie Vink) Questa lastra di cioccolato può essere visto in due modi. Da vicino, è una raccolta di quadrati bianchi e neri; da una distanza, facciamo la forma di San Nicola.

Sint Lucas, Ci vogliono sempre di più: (Ecole Des Arts) L'idea è quella di creare piccole persone assetate che salgono la birra in vetro. Con le bocche spalancate, essi guardano la schiuma traboccante. Sono chiaramente molto determinati: niente è impossibile! Noi vogliamo sempre di più

 

I seguenti due schede modificare il contenuto di seguito.

Blanca Valbuena

Io sono il co-fondatore di FriendsEat e Socialdraft. Ho una malsana ossessione con Chardonnay della Borgogna, ASOIAF, e di viaggio.

Ultimi messaggi di Blanca Valbuena (vedere tutto)

Sponsored

Leave a Reply